Seleziona Lingua   ENG
twitter facebook pinterest instagram instagram feed rss

Comunicati Stampa

Nelle giornate di Sabato 9, Domenica 10 e Lunedì 11 maggio il numero dei voli autorizzati su Fiumicino è stato ridotto del 40%.

Alitalia informa che, a seguito dell'incendio scaturito al Terminal 3 dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, per disposizione delle Autorità Aeronautiche, nelle giornate di Sabato 9, Domenica 10 e Lunedì 11 maggio il numero dei voli autorizzati in partenza e in arrivo su Roma Fiumicino è stato ridotto del 40% rispetto alla normale programmazione.

Alitalia sarà pertanto costretta a cancellare numerosi voli in partenza o con destinazione Roma Fiumicino. Altri voli potranno subire ritardi.

Tutti i passeggeri con biglietto da o per Roma Fiumicino nei giorni 9,10 e 11 maggio sono pertanto invitati a controllare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto consultando la sezione “Info Voli” del sito Alitalia.com, utilizzando le app Alitalia, o contattando il numero verde  800.650055.

I passeggeri coinvolti dalle cancellazioni hanno diritto alla riprotezione su nuovi voli Alitalia, modificando la propria prenotazione entro Lunedì 18 maggio, o al rimborso del biglietto in caso di cancellazione.

Il cambio della prenotazione o il rimborso del biglietto possono essere richiesti all’agenzia di viaggio presso la quale è stato acquistato il biglietto, o chiamando il numero 06.65640, tasto 3, nel caso il biglietto sia stato acquistato sul sito Alitalia.

In considerazione dell’inagibilità del Terminal 3, la Compagnia ricorda che tutte le operazioni di accettazione dei passeggeri Alitalia ed Etihad Airways per voli nazionali, internazionali e intercontinentali si svolgeranno al Terminal 1.

Per fornire assistenza ai passeggeri e ridurre i disagi Alitalia ha rafforzato la presenza di proprio personale in aeroporto. 

Oggi la Compagnia ha anche attivato, in accordo con le Autorità, 14 voli nazionali straordinari (in particolare nelle ore serali / notturne), offrendo circa 2.300 posti ai passeggeri rimasti bloccati all’aeroporto di Fiumicino o su altri scali nazionali.